martedì 29 novembre 2011

acquisti senza pensieri

Nel giorno in cui avrei dovuto, o più correttamente voluto, mettere le mani su di un lavoro, ho fatto i conti con la realtà della ennesima situazione nerastra. Certo, mi si potrebbe obiettare che chi è causa dei suoi mali pianga se stesso, ma tuttavia a quella persona risponderei anche 'beh ma chi è senza peccato scagli la prima pietra e stante la mia certezza di non stare parlando con la Madonna, direi che nessuno può dirsi così puro da muovere accuse'.
Chiaramente evito di fare come Jean-Jaques che, dopo l'ennesimo figlio esposto e dopo una vita passata a scrivere come un divino telma, decise di fare il giudice di se stesso, ma un po' di piangnisteo mi sembra pure necessario.
Resistere, bisogna resistere agli eventi, non svegliarsi la mattina con il senso del "mio Dio è meglio se resto a dormire", e sopratutto bisogna muoversi.
Si. Tutto bello e tutto estremamente veritiero. E la cosa evidente è che non c'è neanche un però!
Intanto mi trovo qui a scrivere qualcosa allo scopo di aprire la mia mente, visto che mi sento bloccata. Ho sempre ritenuto che lo scrivere fosse una sorta di tecnica, che più metti in atto più questa si risolve in una perfezione dello stile e dei contenuti. Poi mi sono accorta di aver trascurato la cosa principale ovvero le mie idee. Così ho finito per scrivere delle cose, cui tenevo peraltro tantissimo, senza mai prendere posizione o, meglio, prendendola in modo velato, quasi volendo un po' sgrullarmi della responsabilità.
La cosa più bella in questa faccenda è che non sono peterpan né tanto meno una che non ci mette la faccia e il cuore nelle cose che scrive o che pensa.
E intanto può capitare anche questo.
Ascolto i planet funk un remake di these boots are mede for walking e penso 'cavolo loro avranno 8000anni ma i cantanti che prendono sono dei ...slurp!' ecco il pensiero vagante come una mina antiproblemi che si è scatenato senza troppi rimorsi.
Sapete che angry birds è una droga? una volta iniziata la lotta degli uccelli bomba contro i maiali verdi è quasi impossibile riuscire a fermarsi...infatti l'ho dovuto disintallare dal mio nuovo smartphone prima che invece di "lavorare" mi ritrovavo a perdere la vista per capire come fare fuori quei maiali!
Tra gli acquisti della giornata ha un posto di rilievo una catena, anzi multicatena della benetton, che richiama molto una meravigliosa e di ben altra entità presente su di un vestito di una nota marca da atelier usato da madonna nel video give2me..insomma un vestito più che una catena, a me fa un po' effetto albero di natale, ma, in compenso, mi piace.
Ah dimenticavo ho anche comprato uno smalto con glitterini dorati, lo sto mettendo come se fosse una sorta di french... non capirò mai perché passo da un argomento ad un altro e soprattutto perché racconto a tutti di come perdo la testa davanti alle vetrine in questo momento in cui anche il mio neurone che teneva i fili della mia vita è andato in vacanza.... bah...

2 commenti:

  1. se il tuo neurone è andato in vacanza, avrà avuto bisogno di staccare. E si vede. A proposito, dimmi dove è andato in vacanza che gli mando pure il mio, non mi parla più.

    RispondiElimina
  2. se non fosse che il post è del 29 nov.2011 mi chiedo come si faccia a vedere ora? =_= cos'è un rimasuglio di ben un anno e mezzo fa??

    RispondiElimina

Visualizzazioni totali