domenica 16 settembre 2012

domenica di impegni

Avevo deciso, venerdì, che questa domenica avrebbe avuto il gusto fantozziano del "partita, frittata di maccheroni, birra e rutto libero!", sicchè qualcosa, nella formulazione del programma, è andato storto.
Se si obiettasse che sono una signora e, perciò solo, dovrei avere un atteggiamento regale, se non addirittura etereo, risponderei che la mia eleganza si annebbia solo davanti al campionato e, attualmente, spererei di non trovarmi mai di fronte ad un uomo privo di un tale interesse (o addirittura di una squadra maligna) perchè altrimenti....RESTO A CASA CON PAPA'.
Tornando per un attimo indietro a venerdì, per capire cosa è accaduto, si può dire che l'unica cosa diversa dal normale è stata una telefonata che annunciava "hey ti ricordi che tempo fa dovevi avere dei soldi?ecco ce li ho, puoi passare a prenderli?"
Chiaramente si sta parlando di una cifra irrisoria, ma che, giunta in un momento in cui non si vedono spiragli e quest'anno ho letteralmente affrontato una marea di spese, direi sempre gradita.
Il giorno dopo, ho telefonato al "dante-cifra". Ma qualcosa si è interposto. E so bene che cosa. La mia sempieterna Taz, diavolo di ogni fretta e di ogni rottura, capace di improbabili pensieri e di impossibili fatti che cadono ai miei piedi, frantumandoli: mia madre. E come ogni slavina, inutile tentare di opporsi. Essa ti travolgerà comunque.
Ho ascoltato il suo pensiero. Ho deciso deliberatamente di farmi travolgere e non pormi a riparo. Con il risultato di non aver fatto i conti con la maleducazione sfrenata del "dante-cifra" e consorte. Così una volta arrivata sul posto, ho dovuto voltare il cavallo bianco e tornare a casa, sputando fuoco.
So che i draghi sono cavalcati e non cavalcano. Ma io sono una draghessa pigra, così mi sono fatta il cavallo-macchina.
E la slavina-Taz? si è mortificata. Si è messa in un angolino dell'auto a farsi squagliare dal solo mio sbuffare, per concludere con fierezza "ma io che ne sapevo che sono così scostumati!" Non l'ho evaporizzata perchè sono buona, sotto, sotto, in fondo, in fondo, scavando e ancora scavando, e ancora scavando.
Ieri sera sono andata a letto prestissimo, in compagnia delle galline. Il gallo aveva detto che c'era un bel film e quindi è uscito con gli amici. Lo possino fare al forno.
Ma stamattina il riscatto. Sveglia presto, colazione, doccia rapida, vestizione e truccazione, prese al volo chiavi e rapita Taz come scusa per non restare più di un nanosecondo sotto casa dei dante-assegno, messi tutti in auto e via.
Il problema risolto nel giro di un'ora. E ora? la domenica? la partita è nel primo pomeriggio, post-prandiale, devo ancora finire di leggere, ma in compenso ho messo in un arenile anti-rottura mamma-Taz. Forse riesco a star tranquilla fino alle 17...forse...

Nessun commento:

Posta un commento

Visualizzazioni totali