domenica 5 maggio 2013

desideri

i giorni trascorrono con un retrogusto amaro. Come se, ad ogni conquista ci sia sempre un dazio da pagare più alto del necessario. E dire che lo spread è pure in discesa.
Ma tant'è.
Ho dato una ripulita alla stanza e fatto il cambio di stagione. Direi in anticipo rispetto all'anno scorso, che ha ben pensato di fare caldo solo quando io ero in giro tra Zagabria e Lubiana.
Ho voglia di andare via. Di smettere di sentirmi più sottotono del necessario.
Ho voglia di un gelato alla nocciola con le nocciole dentro intere e del gusto bacio con pure i pezzettoni di cioccolata fondente.
Ho voglia dell'odore del mare sulla pelle, quando non ci si fa subito la doccia e si formano le righe di sale.
Ho voglia di una corsa in auto sotto la canicola, con il braccio fuori, i finestrini spalancati e la musica pompata al massimo dei woofer.
Ho voglia di un biglietto di andata per un concerto, di un vestito fresco e dei sandali comodi.
Ho voglia di luce nel cuore e di nuvole ovattate bianchissime, lungo un orizzonte lontano, messe in fila come indiani e un po' di vento che sospinga vele di surfisti, avanti e indietro, su linee immaginarie e perfette sul mare.

Nessun commento:

Posta un commento

Visualizzazioni totali